Con il compimento del 18° anno di età l’Iniziativa di Comunione ha voluto fare un ulteriore passo verso l’unità di tutte le realtà appartenenti alla “corrente spirituale” del Rinnovamento Carismatico Cattolico e di riaffermare che il RCC nasce dalla Pentecoste e parte integrante della Pentecoste sono i Carismi.

Pur mantenendo una continuità con quanto vissuto negli anni, è stato redatto un nuovo statuto e si è voluto assumere un nuovo nome in ragione delle finalità perseguite.

La prima finalità è quella di una evangelizzazione “pentecostale”, che scuota i cuori e le menti, che possa far ritrovare un Gesù vivo, che porti le persone ad una esperienza personale di Gesù.
Abbiamo notato negli ultimi anni una tendenza ad appiattire e spegnere lo Spirito; è nostro obiettivo ravvivare il “fuoco” dello Spirito con la preghiera di lode, per gridare tutti insieme “Gesù è il Signore!”, per glorificare con entusiasmo Dio e proclamare le sue meravigliose opere.

La seconda finalità è una “alleanza” tra comunità che condividono questa spiritualità e la vivono in piena libertà ed autonomia, sviluppando un proprio modello di evangelizzazione secondo il carisma ricevuto, in piena comunione con le chiese locali.

Ed infine è nostra volontà realizzare una forte unità e comunione sul modello di quella che abbiamo sentito descrivere negli Atti degli Apostoli a conclusione del racconto della Pentecoste: persone che venivano da realtà diverse eppure stavano insieme, prendevano pasti insieme, pregavano insieme. At. 2 - “Erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli e nell’unione fraterna, nella frazione del pane e nelle preghiere.”